sottobosco: (Default)
Alla fine ho ceduto, come specificato nel post precedente. Ho comprato uno smartphone, ma non uno smartphone qualsiasi, bensì uno da bimbominkia. Solo che data la mia età la definizione non è corretta, quindi io mi definisco una babbiominkia (termine appena coniato di cui vado molto orgogliosa – mi vien quasi voglia di chiedere il copyright).

Il Samsung K Zoom è un misto di telefono e fotocamera, è quello smartphone con lo zoom ottico estendibile. Perché da babbiominkia? Perché sia Quelli-che-di-foto-ne-capiscono sia i Cultori-dello-smartphone-top-di-gamma lo snobbano. Insomma, è in grado di scontentare tutti, tranne i babbiominkia a cui piace fotografare tutto quello che vedono, dal piccione sul lampione, al fiorellino piccino, e che poi appestano internet con le loro foto delle piastrelle del marciapiede, dell’erbetta, del sedile del treno; cioè io.

Com’è passare da una macchina fotografica ad uno smartphone? E’ come passare da un trolley ad un valigione vecchio stile. Qualsiasi macchina fotografica, anche la più scadente è mille volte più comoda da impugnare. A parte questo sono molto contenta dell’acquisto, perché posso caricare le foto senza più il doppio passaggio di doverle scaricare prima su PC e questa immediatezza mi permette di tornare a condividere i miei scatti.

Certo il modo in cui faccio foto è cambiato. Perché non avendo più il tempo di mettermi lì a scaricarle, selezionarle, ridimensionarle, ruotarle, bilanciarle ecc… devo fare più attenzione a cosa inquadro perché ormai è "Buona la prima". O è venuta dritta o si cancella, punto.

Per ciò che riguarda il lato smartphone, io l’ho comprato solo per soddisfare la mia dipendenza da internet, è il mio primo smartphone e non ho termini di paragone. Quindi posso solo dire che per andare va, sono però allibita dalla velocità con cui si scarica la batteria; malgrado senta tutti che si lamentano di questo lato oscuro degli smartphone, vederlo di persona è un'altra cosa. L'altro grande difetto è la dimensione ridicola della memoria d'archivio, è d'obbligo l'espansione con scheda esterna.
sottobosco: (zen)
So it’s a long time I didn’t update lj. That’s because I can’t manage my photos with Gimp anymore: I have no time for selecting, resizing, optimizing, uploading and so on… so I registered an account with Flickr. Here it is:

https://www.flickr.com/photos/130331218@N03/
sottobosco: (Default)
Alla fine ho ceduto: ho comprato lo smartphone. L'ho comprato su internet e mi deve ancora essere consegnato, quindi tecnicamente sono ancora dumb.
Ordine fatto venerdì, telefono in arrivo entro mercoledì ma solo se le promesse sulla consegna sono veritiere.
Credo mi arriverà prima la cover ordinata su Amazon.
sottobosco: (Default)


Il libro:
Hunger Games. È uno dei pochi libri che è riuscito a piacermi dopo essermi letta di fila la saga di Games of Thrones.
G.R.R. Martin mi ha rovinato: i libri letti successivamente sono sbrigativi, poco dettagliati e confusi. Questa è l’impressione che mi danno dopo un anno passato a Westeros e dintorni.
Eccetto Hunger Games, che è stato una sorpresa. Ne avevo sentito parlare molto bene ma conoscendo la trama solo a grandi linee ero convinta che fosse basato su patemi amorosi adolescenziali messi furbamente all’intero di uno scenario cruento.
Niente di più sbagliato: il mondo di Panem è ben delineato, gli eventi scorrono secondo una sequenza logica, non si ha l’impressione di forzature per ficcare i protagonisti in determinate situazioni. È presente però qualche coincidenza di comodo per far progredire la trama, ad esempio quando la protagonista ha necessità di distruggere le scorte nemiche e, guarda caso, questi ultimi hanno minato la propria base.
Lo stile di scrittura, in prima persona, è secco e asciutto e le reazioni dei personaggi sono realistiche. La fantomatica storia d’amore che ci dovrebbe essere è decisamente quanto di più atipico abbia mai letto, un punto a favore e una ventata di freschezza per quanto drammatica.
La spettacolarizzazione mediatica del reality è descritta e resa molto bene. Una critica alla società non indifferente.

Il film:
Il film l’ho visto dopo aver letto il libro. Tranne che per qualche dettaglio è molto fedele alla trama. Tento di pensare a cosa avrei capito delle motivazioni dei protagonisti se non avessi letto il libro ma non ne sono in grado. Quindi a parte dire che mi è piaciuto molto non riesco a trovare difetti o buchi di trama. Forse un po’ sbrigativo sul finale, magari per chi non ha letto il libro non viene reso abbastanza bene perché Katniss venga trasformata da donna a bambolina sognante (o forse sì?). Una gradita aggiunta invece il discorso del presidente sulla speranza e sulla necessità di un vincitore, che nel libro manca.
Molto ben resa tutta la parte del reality fra interviste e studi televisivi. Trovo che l’escamotage per spiegare allo spettatore cosa stia succedendo tramite i conduttori televisivi sia ben integrato con il resto della trama. Nel libro il lettore impara tutto grazie ai pensieri della protagonista ma nel film hanno scelto una buona alternativa.

Consiglio sia la lettura del libro sia la visione del film (quest’ultimo però dopo aver letto il libro).
sottobosco: (Default)
Tempo fa ho comprato SpyHunter4 per eliminare un malware dal PC. Mi sono fatta fregare da una sfilza di recensioni ottime, non avevo ancora scoperto tutto il mondo dei FakeAntivirus di cui SpyHunter ha fatto parte anche se ora sembra sia stato riabilitato.
Comunque, al di là della validità del programma, è saltato fuori che il prezzo pagato era un abbonamento semestrale che viene addebitato in automatico sulla carta di credito.
La scoperta l'ho fatta qualche giorno fa, quando mi è arrivato un SMS che mi avvisava di un acquisto a favore di una sconosciuta SafeCart, sono caduta dalle nuvole e per poco non ho bloccato la carta di credito. Fortunatamente ho capito in tempo di cosa si trattasse e dandomi dell'imbecille per non aver letto bene le parti in piccolo mi sono rassegnata ad una ricerca certosina per disdire 'sta cosa.
Pensavo di dover penare sette camice e di dover mandare e-mail su e-mail ed invece, dato che il pagamento è stato fatto tramite PayPal, mi è bastato aprire PayPal e con un paio di click revocare l'ordine di rinnovo automatico.
Un punto a favore di PayPal per la serietà anche quando non è serio il venditore dall'altra parte.

ASMR

Dec. 18th, 2014 10:56 pm
sottobosco: (Default)
Da qualche settimana ho scoperto il mondo degli ASMR e li sto usando per dormire. Per quanto un bel rombo di tuono, lo scrosciare della pioggia, il crepitio del fuoco siano ancora nella mia top list dei rumori preferiti, trovo che l'ASMR sia molto più efficace.
Purtroppo per far in modo che l'effetto ASMR sia efficace al 100% bisogna usare le cuffie, ed io non riesco a tenerle quando devo andare a dormire. Pazienza. Anche se l'effetto stereo (che adesso viene chiamato 3D) ne risente, riesco a trovare sempre un qualche video che mi riesca a rilassare. Su youtube ce ne sono migliaia fra cui scegliere, da quelli senza parlato e solo con i suoni fino ai veri e propri role-play.
Malgrado i videomaker siano sempre alla ricerca del suono perfetto con microfoni speciali che registrano a frequenze particolari, l'ASMR non ha valenza scientifica. Io penso che sia una cosa psicologica più che fisica, tant'è che i brividi di cui si parla non li sento, però sento un senso di rilassamento molto forte e questo per me è più che abbastanza.
Per chi non conosce ancora l'ASMR, questo è un buon video di spiegazione, l'argomento viene trattato in maniera semplice e chiara:

Profile

sottobosco: (Default)
sottobosco

August 2015

S M T W T F S
      1
2 3 45678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Syndicate

RSS Atom

Tags

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Sep. 22nd, 2017 02:41 am
Powered by Dreamwidth Studios